martedì, Febbraio 27, 2024
In EvidenzaNews

L’archivio di don Milani deve tornare alla sua Fondazione!

Pubblichiamo il comunicato stampa diffuso dalla nostra Fondazione a seguito dei fatti degli scorsi giorni.

 

Barbiana (FI) 11 Dicembre 2023 – Con una azione possessoria cautelare, presentata al tribunale civile di Monza, lo scorso 21 novembre, a firma del Presidente Agostino Burberi, la Fondazione Don Lorenzo Milani ha richiesto l’immediato reintegro alla Fondazione, del rilevante materiale archivistico ancora in possesso alle signore Sandra Gesualdi e Carla Carotti, rispettivamente figlia e moglie dell’ex presidente della Fondazione, Michele Gesualdi.

Dopo il decesso di quest’ultimo (2018), la conservazione del materiale archivistico, di assoluto valore documentale, un numero assai rilevante di lettere, testi originali delle opere milaniane, fotografie, scritti vari, appunti, inediti, è rimasta affidata in piena fiducia nella casa dei Gesualdi a Calenzano, alla moglie Carla Carotti e alla figlia Sandra, che già da anni avevano aderito alla Fondazione.

La causa civile si è resa necessaria e improcrastinabile, all’indomani dell’uscita di un libro (dicembre 2022), a cura di Sandra Gesualdi, per le Edizioni San Paolo, con la pubblicazione di lettere inedite di Don Milani senza alcuna autorizzazione da parte della Fondazione. Alla replica della casa editrice di Cinisello Balsamo, che la titolarità dei diritti delle lettere fosse in capo a Michele Gesualdi in proprio e non nella sua qualità di presidente della Fondazione, la Fondazione Don Lorenzo Milani ha diffidato la casa editrice milanese dal riconoscere tali diritti a terze persone, riservandosi la facoltà di agire in giudizio.

A nulla sono valsi i ripetuti tentativi della Fondazione di trovare una soluzione bonaria e condivisa, ed evitare una causa in tribunale, con la signora Sandra Gesualdi, che con la pubblicazione del libro ha agito come titolare del materiale archivistico, sottraendolo di fatto alla Fondazione stessa.

Solo in considerazione che nel 2023 si è celebrato il Centenario della nascita di Don Milani, la Fondazione ha scelto, prima di oggi, di soprassedere a intraprendere la necessaria e inevitabile azione giudiziaria.

“La raccolta delle lettere e degli scritti di Don Lorenzo Milani è iniziata già all’indomani della morte dell’amato Priore, da parte di tutti gli allievi della sua scuola” – ricorda il Presidente della Fondazione Agostino Burberi, che aggiunge: “Tutti gli atti che Michele Gesualdi ha raccolto e pubblicato, proprio in qualità di presidente della Fondazione, sono stati donati alla Fondazione. Lo stesso Michele Gesualdi, tra le altre, ha sottoscritto di suo pugno una dichiarazione in tal senso. Come Fondazione abbiamo il dovere di tutelare e promuovere, accrescere e valorizzare, l’intero Archivio, fondamentale eredità materiale e spirituale di Don Milani, e proteggerlo da ogni tentativo di indebita e ingiustificata appropriazione o peggio ancora qualsivoglia speculazione. Lo dobbiamo alla memoria di Don Lorenzo, e alle future generazioni. Per questo andremo avanti con le nostre ragioni, risoluti, fino al termine di questa vicenda”.