giovedì, Maggio 30, 2024
News

Lettera a Benigni

IL PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE DON LORENZO MILANI – Michele Gesualdi ha scritto a Benigni invitandolo a Barbiana

Caro Benigni,

ti ho seguito nella trasmissione “I dieci Comandamenti”. Sono rimasto positivamente impressionato dalle cose che hai detto e come hai rapportato quei valori al presente. Le stesse cose le avevo sentite dire nelle lezioni che don Lorenzo Milani svolgeva a Barbiana. In alcuni tuoi passaggi hai adoprato le sue stesse parole. Mi ricordo quando ci parlava di Mosè e della unicità di quel Dio che sceglieva coloro che sembravano i meno adatti per diffondere la sua volontà: usò queste espressioni: “scelse un uomo che tartagliava per farlo confrontare con il potente faraone”.
La stessa coincidenza di concetti e di linguaggio la notai quanto illustrasti alcuni canti della Divina Commedia e la stessa Costituzione italiana.
In quella occasione ti scrissi invitandoti a Barbiana, ma tu non hai risposto, forse la lettera non ti è arrivata. Questa volta ti rifaccio lo stesso invito ma in toscano, forse ci intendiamo meglio:
Robertaccio, un’ fare il bischero, se tu passi da Firenze sali lassù a Barbiana a trovare quel prete.
L’aria di quel poggio ti fa bene perchè anche lassù è bruciato il fuoco della Bibbia che non consuma ma che ha scaldato molto lontano, sia come tempo che come luogo.
In attesa tanti cari saluti e un grazie per i messaggi che diffondi.

Michele Gesualdi